SMAU, LA FIERA PER LE AZIENDE “AL PASSO” COI TEMPI

Dai Tablet, Smartphone ed App per il tuo business ai principali player ICT come IBM, Intel e Fujitsu fino a Workshop sul Cloud Computing del Politecnico e molto altro ancora. Sono solo alcune delle novità che vedremo alla Smau 2013 di Bologna il prossimo 5-6 giugno. Manager, imprenditori, Direttori Commerciali, Responsabili Comunicazione potranno trovare tutto quello di cui la propria azienda ha bisogno di conoscere sui dispositivi di ultima generazione, le tecnologie ed i servizi che stanno rivoluzionando il modo di lavorare. Le aziende devono dimostrare ai propri clienti di essere al passo, innovativi, dare loro nuovi stimoli e lo Smau è l’occasione giusta. Al link http://www.smau.it/bologna13/?visitor_source=join si leggono molti casi di aziende che hanno ottenuto successo, benefici e vantaggi grazie a progetti innovativi all’interno delle diverse funzioni aziendali. “A Smau Bologna, gli oltre 3.500 imprenditori e manager attesi potranno contare su un evento che metterà insieme il giusto mix di novità tecnologiche per il business e casi di successo”, ha commentato Pierantonio Macola, Amministratore delegato di Smau. “Inoltre l’area Research to Business rappresenterà un’importante occasione per le imprese per conoscere l’offerta di ricerca industriale presentata dalle startup, dai laboratori e dai centri di Ricerca della Regione, in grado di dare una forte carica innovativa al loro business”. ”Accanto alle novità tecnologiche presentate da leader di settore come APC, Cisco, Dell, Fujitsu, HP, Infor, Intel, Lenovo, Microsoft, SAP e Vodafone, grande importanza rivestirà l’area R2B – Research to Business, il Salone Internazionale della Ricerca industriale coordinato da Aster – Società consortile dell’Emilia-Romagna per lo sviluppo e la promozione dell’innovazione e del trasferimento tecnologico. Nell’area R2B – Research to Business saranno presenti startup, centri di ricerca, spin off, incubatori e acceleratori d’innovazione della Regione che oggi giocano un ruolo strategico per le imprese, mettendo loro a disposizione know how e innovazione, indispensabile per la competitività sul mercato”.

ARCHIVIAZIONE DOCUMENTALE: E’ ARRIVATO IL MOMENTO

Ormai siamo arrivati ad un punto di non ritorno. Tutti gli specialisti che da anni ci propongono i sistemi di archiviazione documentale per le aziende, avevano raggione: non è più possibile gestire archivi cartacei anche se la Legge lo impone come succede per le fatture.

Le soluzioni disponibili sono web based (senza software installati) oppure residenti su server. Chi ha voglia di imbarcarsi ancora, nella gestione dei programmi in locale con tutto quello che comporta, vada avanti; altrimenti ci sono delle belle applicazioni economiche, facili da gestire, residenti su farm super protette e probabilmente più sicure delle nostre macchine gestite all’interno che risolvono problemi senza investimenti folli.

Naturalmente, è meglio informarsi con accuratezza della società di gestione documentale che andiamo a scegliere per evitare le sorprese più comuni come la mancanza di assistenza, la mancanza della gestione in remoto e l’assenza della formazione all’uso del sistema.

Anche il Governo italiano se pur in ritardo di dieci anni, sembra abbia iniziato a pensare a soluzioni basate su web: ci voleva la crisi e il Governo tecnico, per il andare verso l’informatizzazione di questa Italia ?