MADRID, MOTORTEC

automechanikaNella esposizione biennale è possibile trovare, ogni due anni, le ultime novità in: Ricambi, Accessori, Attrezzatura di Garage e Officina, Componenti per Veicoli Industriali, Lamiera e pittura, Car Audio, Lubrificanti, Pneumatici, Compagnie Petroliere, Tecnologia e Servizi per l’ automazione .

Si svolge a Madrid (E) dal 13 al 16 marzo 2013

VERONA, MOTORBIKE EXPO

Motorbike Expo è la rassegna dedicata alle competizioni riservate alle moto personalizzate. Restyling d’immagine, nuova strategia di comunicazione internazionale, con un’attenzione particolare al settore custom, di cui Motor Bike Expo è leader a livello europeo.

motorbike

Si svolge a Verona dal 18 al 20 gennaio 2013

NON TUTTI SANNO CHE ….

La politica di brand di una casa automobilistica (ma credo valga per tutte), subordina l’erogazione del premio di fine anno ai Concessionari, per il raggiungimento degli obiettivi di vendita, ad una verifica dell’immagine del salone e del reparto di consegna delle auto nuove.

Mi ha colpito la spinta decisionale del Concessionario, che da vent’anni non aveva mai neppure immaginato di investire un soldo nel suo salone. Per questo mi sono incuriosito ed ho cercato di capire da cosa venisse questa spinta di rinnovamento ed ho verificato, casomai ce ne fosse stato bisogno, che il motivo è strattamente collegato ad una sorta di “piccolo ricatto contrattuale”. Rinnovare immagine ? vedere cammello !

Racconto questo caso molto banalmente, per far arrivare il messaggio a chi crea prodotti innovativi, performanti ma rimane impigliato nella catena distributiva italiana. Sono un portabandiera di queste iniziative e ritengo giusto che chi sfrutta una marca ma anche un prodotto, per creare reddito, debba prodigarsi per mantenere alto il livello della marca o del prodotto e mi rammarico dal fatto che quel concessionario sia stato costretto dalla casa madre, altrimenti avrebbe continuato solo a lamentarsi senza dare niente in cambio se non pagare le fatture.

Produttori, artigiani, non abbiate paura: meditate gente, meditate.

AL MOTORSHOW IN ANTEPRIMA EUROPEA IL NUOVO MAGGIOLINO CABRIOLET

In anteprima europea al MotorShow di Bologna viene svelato il nuovo Maggiolino Cabriolet. Diversamente dall’attuale, il nuovo Cabriolet è più lungo e più basso, più sportivo e spazioso per passeggeri e bagagli. Il vano bagagli ha, infatti, una capacità di 225 litri. I passeggeri posteriori godranno di 1,2 cm in più di spazio per la testa e la capote in tessuto ad azionamento elettroidraulico si apre in 9,5 secondi e si chiude in 11 secondi. I sedili posteriori possono essere abbassati senza togliere spazio al bagagliaio.

Dal sole24ore scopriamo importanti dettagli tecnici: “a equipaggiare il Maggiolino Cabriolet solo i quattro cilindri turbo a iniezione diretta. In particolare tre le proposte a benzina TSI: il 1200 cc da 105 CV, il 1400 cc da 160 CV e il 2000 cc da 200 CV. Due, invece, i turbodiesel TDI, il 1600 cc da 105 CV e il 2000 da 140 CV. La trasmissione può essere manuale o automatica DSG a sei o sette rapporti. La dotazione di serie prevede il controllo di stabilità, l’assistenza in frenata e alla partenza, airbag laterali per la testa e roll-bar automatici. A richiesta, tra gli altri, fari bixeno, avviamento senza chiave, clima automatico, strumenti supplementari, navigatore “touchscreen” e cerchi in lega da 18 e 19 pollici. In Italia il nuovo Maggiolino Cabriolet sarà disponibile da marzo dell’anno prossimo con prezzi da 23.800 euro”. Il nuovo Maggiolino Cabriolet è l’ultimo di 331.847 esemplari realizzati in 32 anni.

 

MOTORSHOW, AD MICHETTI: “POTREBBE ESSERE L’ULTIMO, TROPPE DIFFICOLTA’”

Sarà stato il forfait di Range Rover, Jaguar e Kia a solo venti giorni dall’inizio del salone o il calo nei numeri del mercato italiano dell’auto, -44% negli ultimi cinque anni, periodo durante il quale si è passati da 2,5 milioni di auto immatricolate a 1,4 milioni. A motori ancora spenti il Motor Show 2012, in fiera dal 5 al 9 dicembre, è circondato da difficoltà e polemiche. E a sostenerlo è Giada Michetti, delegato di Gl Events Italia che organizza il Salone. : “Troppe difficoltà, si dovrà scegliere se e come continuare a realizzare questo evento“. A pochi giorni dalla 37esima edizione della kermesse sui motori la Michette lancia un ultimatum al settore auto: “O il settore sceglie di essere presente o non sarà più possibile continuare a fare quello che abbiamo fatto negli ultimi cinque anni. Si dovrà fare una scelta e la scelta sarà se e come continuare a realizzare il Motor Show“.  “Il settore motori è quello che subisce di più la crisi e il 2013 non sarà migliore se è vero, come ci dice un sondaggio, che solo il 4% degli italiani cambierà sicuramente auto“, osserva Michetti. Numeri che spiegano l’assenza delle case mondiali all’unico salone internazionale dell’auto che si svolge in Italia.

Per essere a Bologna hanno bisogno dello stesso dispendio di mezzi e risorse che per andare, per esempio, a Ginevra. Questo ci mette in difficoltà, perché il mercato italiano non è più importante come una volta“, aggiunge Michetti. Tesi avvalorata anche dal forfait del governo: “il ministro Corrado Passera ci ha fatto sapere che non potrà essere presente. In altri paesi la risposta alla crisi è stata univoca. Noi siamo divisi, quando, invece, dovremmo essere coesi per raggiungere un risultato“. “Se il settore dell’automotive volesse prendere il Motor show come un luogo per parlare al governo, noi siamo disponibili“. Nonostante tutto però il MOTORSHOW c’è. Accenderanno i motori 11 case: Abarth, Dacia, Fiat, Mercedes-Benz, Nissan, Opel, Renault, Seat, Skoda, Smart e Volkswagen (senza Audi e senza la bolognese Lamborghini). ” C’e’ una presenza forte di case importanti con prodotti in lancio. Il nostro pubblico potrà avere come sempre contenuti, test drive e spettacoli“, come il grande show messo in piedi da Red bull l’8 e il 9 dicembre.Nel 2009 sfiorammo i 500.000 visitatori: fare un pò di più quest’anno potrebbe essere soddisfacente“, conclude Michetti.