MAMME OVER 50 SI O NO? LA PAROLA AGLI ESPERTI

Prima la cantante Gianna Nannini, poi la showgirl Carmen Russo. E fra l’una e l’altra Heather Parisi, Alessandra Martines e molte altre. Cresce sempre di più il numero di donne che decidono di diventare mamme in tarda età. Vuoi per la smania di una carriera, vuoi per stress, vuoi per sano egoismo, sono numerose le donne che posticipano l’istinto materno. Tuttavia medici ed esperti non hanno lo stesso parere su questo argomento.

Non è ben visto da tutti. Grazia Attili, ad esempio, professoressa di Psicologia Sociale alla Sapienza di Roma giudica positivamente queste mamme over50: “Penso che una donna può essere una buona madre quando è in grado di riconoscere i bisogni del figlio, essenzialmente i bisogni emotivi e di rispondere ai suoi segnali con prontezza”. “Si tratta di “competenze materne” che prescindono dall’età, in quanto collegate alle esperienze avute con le proprie madri e alle situazioni sociali in cui le donne vivono. Ritengo quindi che una donna possa essere felicemente madre anche in età avanzata e che possa anche adottare un figlio in età non più giovane”.

Non è d’accordo Sonia Piana, psicologa esperta in terapia familiare: “Dal punto di vista sistemico familiare esistono delle fasi della vita che vanno vissute appieno e rispettate cronologicamente. Tali fasi sono frutto sia della natura dell’essere umano che delle convenzioni sociali nate nel corso dei secoli; non è un caso, infatti, se l’età fertile coincide con la fase di svincolo dalla famiglia di origine e con una certa maturità dell’individuo. È anche vero che le nuove condizioni sociali ci stanno portando sempre più a ritardare tali fasi: la difficoltà di avere una propria indipendenza porta inevitabilmente i figli ad essere dipendenti dai genitori per un tempo più lungo e quindi a procrastinare tutte le altre fasi della vita. Allo stesso tempo, però, la società non è altrettanto pronta ad accettare queste situazioni “al limite” e ciò porta a notevoli difficoltà sociali e relazionali dei bambini e dei genitori-nonni stessi”. Sembra di capire che per “mamme over50 si o no?” non ci sia una vera e propria risposta scientifica. E’ chiaro comunque che olto dipende dai fattori psicologici che ci sono in causa, quanta frustrazione possono portare alla donna i diversi tentativi e quanta pressione possa riversarsi su una gravidanza del genere. Buon senso e responsabilità le uniche regole.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image