Imposta i cookie per ricevere le notifiche Verrigni

Verrigni

Tel: 0859040269
Fax: 0859040426

Verrigni

L'eccellenza del grano italiano

Il compimento dei 110 anni di attività per Verrigni, uno dei più antichi pastifici abruzzesi, ha segnato l'avvio di una nuova fase con l'ingresso di Gaetano Verrigni affiancato dalla moglie Francesca alla guida dell'azienda.Nuovi packaging, nuovi formati e una nuova rete distributiva hanno consentito all'Antico Pastificio Rosetano di affermare definitivamente un marchio proprio, che per la sua indiscussa qualità, è riconosciuto dai più noti gourmet. L' azienda si è sempre contraddistinta non solo per la qualità delle materie prime, grani e semole selezionati esclusivamente italiani, ma soprattutto per l'utilizzo di tecniche di lavorazione artigianale ormai abbandonate da molti, come quella chiamata del 'preincarto' che prevede un'essiccazione lenta a bassa temperatura, per fasi e in continuo movimento. Il vero valore aggiunto della produzione è questo antico processo che consente alla pasta di conservare un sapore straordinario, assolutamente riconoscibile.

LA TRAFILATURA IN ORO
La costante attenzione del pubblico per la trafilatura in bronzo ha suscitato in Gaetano la curiosità per l'utilizzo di nuove tecniche nella lavorazione dell'impasto.Da un esperimento mosso da semplice ricerca dell'innovazione che si è materializzato nella trafila in oro, è nato lo spaghettoro che presenta un aspetto ed una consistenza diversi rispetto alla pasta trafilata in bronzo. Sono ancora in corso analisi e test degustativi, ma è probabile che il metallo nobile stressi meno l'impasto conferendo al prodotto finale una nuova ruvidezza, una sottile dolcezza e comunque una nota distintiva che, dopo l'assaggio, non può restare indifferente al palato.Massimiliano Alajmo scrive a Gaetano 'In linea generale ho notato una differenza di intensità olfattiva,cromatica e gustativa superiore su quella trafilata all'oro. Credo la differenza sia dettata da una maggior freschezza dell'impasto.Tuttavia i riferimenti sono:
• a crudo: olfattivamente più intensa e più grezza alla vista
• a cotto: maggior assorbimento e rigonfiamento della pasta con 40 secondi in più di cottura; più scivolosa/liscia in bocca; più intensa di grano e di vaniglia con una presenza dolce interessante; colore più giallo'.
Moreno Cedroni definisce Spaghettoro 'ufficiale gentiluomo' e commenta: 'Visivamente di colore più chiaro. La cosa che più mi ha colpito è stata, nella prova senza condimento, l'eleganza nel gusto, poi l'esaltazione dell'olio e dei condimenti. Praticamente lo definirei ufficiale gentiluomo nel senso che nonostante l'ottima tenuta al dente in tutto il suo diametro e non solo nella parte esterna (complimenti per l' essicazione!), piu' delle altre paste amplifica il gusto dei partner sugosi, non che si senta di meno il gusto della pasta, anzi, si sente però un gusto diverso, piu' equilibrato ed armonico, davvero estremamente fine. Dimenticavo la comparazione con il vostro superspaghettone dove si notano naturali assonanze nei procedimenti però .. . la faceva più da padrone con i partner ! '

Verrigni

Verrigni

Contattaci